Il sorriso è nell'anima

FEDERICO SALVATORE CONTINUA A ROMPERE O’ …”AZZ”!

napocalisse federico salvatore checco smile

Tengo ancora nelle orecchie mio fratello che si abbuffava di Ninna Nanna, nun ò support chiù!

A parte gli scherzi, credo che Federico Salvatore sia un personaggio, un’artista da preservare. Da tutelare con l’Unesco. Dissacrante, satirico e divertente!

A chi mi dice, ò Chè ma sei sicuro? Io rispondo AZZ!

Che è il suo cavallo di battaglia!

Da bambino sono cresciuto con le sue esilaranti canzoni. Deliranti e divertentissime, dove  si alternavano Federico e Salvatore. L’uno un povero cristo che fuoriusciva dalla plebaglia, e l’altro che dall’alto del Vomero vomitava addosso al malcapitato qualsiasi nefandezza.

Come dimenticare quei momenti. Mi riportano indietro con tanta demenzialità. 

Poi la svolta. Sanremo. Il nostro finto clown mostra la sua vera identità.  Si denuda dalle spoglie maschili e si immedesima in un uomo che fa coming out con una canzone davvero struggente. “Sulla Porta”. Un brano di acuta sensibilità che ci racconta di difficoltà e  umanità. E racconta alla società moderna la difficoltà nello scoprirsi e dichiararsi omosessuale. Un brano forse sottovalutato che secondo me, invece, deve essere conservato, perché seppur passati molti anni è ancora di un’attualità sorprendente.

Da lì è tutto un tragitto artistico di altissimo livello.

FEDERICO SALVATORE se io fossi san gennaro - checco smileCon “Se Io fossi San Gennaro” squarcia quel velo di  ipocrisia  con una  critica feroce alla società. Una canzone che tutto distrugge, e tutto annienta! Da ascoltare aprendo bene le orecchie. Una perla!

Mi fa rabbia, dolore, perché dice verità!

“ Chill ò fatt è nir nir, nir nir comm a che.”

federico salvatore pulcinella - checco smile 2Con “Napocalisse” dipinge  l’Universo  di Napoli di un nero impenetrabile, dove distrugge tutt cos, non salva nulla della mia città, e lo fa a ben ragione, si scaglia contro tutti e con coraggio dice cose da brividi. E non sono brividi di piacere. Ma dovuti al suo nichilismo

Nel testo dice: “Chiu ner da mezzanott nun po’ veni”. No, invece, po’ venì. E lo dimostra con le sue parole disincantate e deluse.

Sono dei brani da ascoltare. Per me ha sfunnat! Si è eretto a Maestro.

E il Mastro è ritornato in voga, dopo un periodo di latitanza. Oggi sui social come Facebook sta allietandoci con nuovi brani, costruendo una community che lo segue e lo sostiene con inediti e non.

Eccovi qualche perla con cui sta chiudendo il cerchio di una carriera, che almeno Io, vorrei continuasse  a lungo.

Vi lascio alla sua pagina facebook  così potete seguirlo in tanti.

Grazie per aver letto fino in fondo, Federico Salvatore è un mito e va salvaguardato.

Io nel mio piccolo gli ho voluto dedicare il mio primo articolo del mio blog www.checcosmile.it

Mettete questo blog tra i vostri preferiti e io vi premierò con contenuti di valore.

#checcosmile

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

2 commenti su “FEDERICO SALVATORE CONTINUA A ROMPERE O’ …”AZZ”!”

  1. Molto bello, da leggere per tutti gli appassionati di un artista straordinario che ha lasciato il segno nel cuore delle generazioni degli anni 90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.